Serve chiarezza ed una soluzione per dare continuità occupazionale ai lavoratori Arif

11 Ottobre 2019 Serve chiarezza ed una soluzione per dare continuità occupazionale ai lavoratori Arif

Non si gioca con la vita delle persone, non si tentenna con il futuro di lavoratori e lavoratrici, non si può continuare ad essere così superficiali e pensare di accontentare tutti con delle promesse, bisogna essere concreti e incisivi. Bisogna risolvere i problemi.
Ci sono circa 350 famiglie con il fiato sospeso a causa di politiche frivole che da anni non riescono a dare risposte chiare.
Il 12 ottobre scadrà il contratto di 337 lavoratori del personale irriguo e forestale somministrato presso Arif.
Come sono stati utilizzati i 5 milioni di euro che furono destinati in sede di approvazione del bilancio per dare continuità lavorativa a queste persone?
È inaccettabile e gravissimo che non venga garantita la continuità occupazionale e che non ci sia un piano triennale dei fabbisogni lavorativi.
Dopo anni in cui questa storia, che ormai sembra una telenovella, va avanti, è giunta l’ora dell’ultima puntata, è giunta l’ora di definire con chiarezza ogni singolo punto, ogni singolo obiettivo che interessa l’azione Regione e Arif.
Ci sono le coperture finanziare? Se la risposta è no, bisogna trovare una soluzione. Ci rendiamo conto che dopo 10 anni di precariato continuato ancora non si riescono a dare risposte concrete a tanti onesti lavoratori? Si faccia chiarezza.

Lecce, 11 ottobre 2019

Paolo Pagliaro
Direttivo regionale Lega
Presidente del Movimento Regione Salento